Lettera Giovani Padani in risposta a Innocenti, che ha attaccato ripetutamente Maroni per i respingimenti dei barconi

Gentile Direttore,

 

da alcuni mesi, periodicamente, notiamo che l’ex questore di Piacenza Piero Innocenti interviene su “Libertà”, continuando a ripetere gli stessi concetti sul tema immigrazione e, in particolare, continuando ad attaccare Roberto Maroni, il quale da Ministro dell’Interno attuò concretamente la politica dei respingimenti dei barconi di clandestini. Noi ci teniamo a sottolineare che il governo dell’epoca ricevette il voto democratico di decine di milioni di persone anche per porre un freno all’immigrazione clandestina e la Lega Nord, con il suo Ministro dell’Interno, non compì nessun sopruso: semplicemente, passò dalla promesse elettorali (per cui era stata votata) ai fatti concreti. Infatti, come dimostrano i dati ufficiali, si passò dai 29076 clandestini sbarcati nel periodo 1 agosto 2008-31 luglio 2009 a 3499 dello stesso periodo 2009-2010: ciò significa una riduzione dell’88% ! Inoltre, a seguito del periodo delle "primavere arabe", furono rimpatriati 13667 nordafricani. Attuare una politica di immigrazione seria è sintomo di un paese che non dà false illusioni, aprendo le porte a decina di migliaia di irregolari che poi, una volta arrivati, trovando uno stato in chiara difficoltà, non sanno come mantenersi regolarmente. Come può uno stato in piena crisi permettere, con disoccupazione a livelli altissimi, a migliaia di persone di inserirsi nel tessuto sociale senza avere un lavoro? I successori di Roberto Maroni presso il Ministero dell’Intero non hanno continuato ad attuare il pugno duro contro gli irregolari e purtroppo i risultati si vedono: gli sbarchi sono ripresi. Permettendo quindi a migliaia di irregolari l’ingresso nel nostro paese si va a complicare ancora di più la sicurezza nelle nostre città, e quindi di tutti i cittadini. Un clandestino senza lavoro come fa a sopravvivere in Italia? Per forza si mette a delinquere, altrimenti non riesce ad arrivare a fine mese. Vogliamo quindi continuare ad alimentare la favola del “belpaese” dove ci sono possibilità per tutti? Dobbiamo essere seri e prevenire questi eventuali problemi, eliminando il problema alla radice: tolleranza zero verso gli sbarchi irregolari. E questo sarebbe una forma di rispetto anche verso coloro che pensano di trovare la salvezza in Italia. Il falso buonismo permette di scrivere tante belle parole, ma non permette di risolvere realmente i problemi di chi arriva qua e si trova senza nulla in mano.  Noi ringraziamo Roberto Maroni, il quale ha dimostrato che una seria politica dei respingimenti è possibile anche in Italia. Sembrava possibile in tutti gli stati dell'Europa meridionali, tranne che nel nostro. Sperando che l’attuale e i futuri ministri dell’interno prendano esempio.

 

Giovani Padani Piacenza

 

  

LEGA NORD, IL PIACENTINO ZANDONELLA NEL DIRETTIVO FEDERALE DEI GIOVANI PADANI

IL VICESEGRETARIO PROVINCIALE RAPPRESENTANTE DI TUTTI I TERRITORI A SUD DEL PO NEL NUOVO ORGANIGRAMMA MGP: “EMILIA ROMAGNA PEDINA FONDAMENTALE DEL GRANDE NORD. DOPO LA LOMBARDIA SIAMO I PIU' PENALIZZATI DALLO STATO CENTRALE"  Allego foto

Il piacentino   Luca Zandonella rappresentante di quattro regioni nel nuovo direttivo dei giovani della Lega Nord, da domenica guidato da   Matteo Mognaschi, 26 anni e vicesindaco di Pavia.   Zandonella - 24 anni, attuale vicesegretario provinciale e coordinatore dei Giovani Padani di Piacenza - sarà ambasciatore di Emilia e Romagna (suddivise in due diverse ‘nazioni’ nella geografia leghista), Marche, Toscana e Umbria nell’esecutivo federale dei giovani della Lega Nord.   Sarà così protagonista di una nuova era all’interno del movimento. Con il congresso federale di domenica - al Teatro nuovo in San Babila, a Milano - i ‘padri fondatori’ dei giovani del Carroccio hanno infatti passato il testimone a una nuova generazione di militanti leghisti under 30. L’ex coordinatore federale   Lucio Brignoli ha affidato le redini della squadra a Mognaschi, che avrà attorno a sé quattro delegati territoriali (Zandonella è, appunto, uno di questi) per tenere i contatti con tutte le regioni in cui il Carroccio ha una rappresentanza giovanile.  A sorpresa il segretario federale   Roberto Maroni ha nominato proprio Mognaschi nella squadra dei suoi ‘vice’, a fianco del sindaco di Verona   Flavio Tosi e dell'europarlamentare   Matteo Salvini.  “E’ stato un segnale importante, un grande attestato di stima nei confronti di noi giovani” commenta Zandonella, che si dice “onorato di far parte del nuovo coordinamento federale”. “Rappresenterò tutte le nazioni che mi hanno eletto come loro rappresentante nel direttivo federale. Porterò tutte le istanze all’interno del direttivo”. E, quanto al ruolo dell’Emilia Romagna: “Penso che sia una pedina fondamentale del grande Nord. Dopo la Lombardia, siamo la seconda regione più penalizzata dal sistema centralista, anche più del Veneto. In Emilia Romagna la questione settentrionale è viva, evidente e risveglia le nostre coscienze, richiamandoci all’impegno politico per riformare radicalmente un sistema malato”.   

GIOVANI PADANI PIACENZA, ZANDONELLA NUOVO COORDINATORE PROVINCIALE. BRIGNOLI E POZZI LO “INCORONANO”

Luca Zandonella Callegher è il nuovo coordinatore provinciale dei Giovani padani di Piacenza. Succede a Thomas Pagani, capogruppo in Provincia della Lega Nord, alla guida dei giovani dal 2008. Zandonella, 23 anni, studente del corso di laurea specialistica in geoingegneria all’ateneo di Bologna, è militante dal febbraio del 2008. 16 voti – l’altra sera al congresso provinciale presso la sede di via Trieste – hanno decretato la sua vittoria sull’altro candidato, Marco Rancati, a quota 7 preferenze.  Due gli astenuti.

Leggi tutto: GIOVANI PADANI PIACENZA, ZANDONELLA NUOVO COORDINATORE PROVINCIALE. BRIGNOLI E POZZI LO...

GIOVANI PADANI, MATTEO RANCAN CONFERMATO COORDINATORE DEL GRUPPO “LANDE PALLAVICINE”. ENTRA ANCHE FIORENZUOLA.

 

IL GIOVANE ASSESSORE COMUNALE RIMANE AL VERTICE DEI LEGHISTI UNDER 30 MAGIOSTRINI. PROSSIMI PROGETTI PROMOSSI IN COMUNE: WI-FI GRATUITO IN PAESE, UN’ASSOCIAZIONE DEDICATA AI RAGAZZI DEL PAESE E IL FESTIVAL COUNTRY. IL MGP SI STRUTTURA, PRESTO ANCHE IN VALTIDONE UNA NUOVA SEZIONE.

 

Leggi tutto: GIOVANI PADANI, MATTEO RANCAN CONFERMATO COORDINATORE DEL GRUPPO “LANDE PALLAVICINE”. ENTRA ANCHE...