VENERDI' 16 MATTEO SALVINI NEL PIACENTINO DURANTE IL "BASTA EURO TOUR"

VENERDI' 16 MATTEO SALVINI NEL PIACENTINO DURANTE IL "BASTA EURO TOUR"

E' atteso per venerdì 16, dalle ore 15 in poi, l'arrivo di Matteo Salvini, Segretario Federale della Lega Nord, nel piacentino.

Il leader del Carroccio, impegnato nel "Basta Euro Tour" che sta toccando molte regioni, arriverà a Piacenza nel primo pomeriggio e incontrerà inizialmente i 57 dipendenti dell'azienda "Sandvik" di San Polo di Podenzano, ai quali è stato annunciato da poche settimane la chiusura della locale sede. L'incontro è previsto all'esterno dell'azienda, in via Bachelet 1 (Località Crocetta).

Successivamente, verso le ore 16, Salvini si recherà al presidio organizzato dalla Lega Nord all'Hotel "Vip" di via Cipelli a Piacenza, hotel che sta ospitando i profughi dell'operazione "Mare Nostrum". Verrà inoltre presentato il sesto referendum appena depositato dal Carroccio, cioè quello relativo alla reintroduzione del reato di immigrazione clandestina, abrogato dal Governo Renzi. Saranno presenti i locali vertici della Lega Nord, a partire dal Segretario Provinciale Pietro Pisani.

Gli organi di informazione sono invitati a partecipare

 
 

RIVERGARO: LA LEGA FA CHIAREZZA, LA LISTA "RITROVARE I VALORI RIVERGARO" NON HA NULLA A CHE SPARTIRE CON IL CARROCCIO

A fronte di quanto accaduto negli ultimi giorni la segreteria provinciale di Piacenza della Lega Nord  ritene necessario e doveroso fare chiarezza su quanto accade a Rivergaro dove alcuni candidati alle prossime elezioni amministrative si presentano falsamente come rappresentanti del Carroccio.  La segreteria provinciale piacentina della Lega Nord comunica che l'unica lista legata al movimento politico guidato da Matteo Salvini è quella monocolore Lega che ha in Edoardo Daturi il candidato sindaco. Qualsiasi altro schieramento, compresa la lista "Ritrovare i Valori Rivergaro" che ha scelto di candidare Claudio Faccini non ha nulla a che fare con la Lega Nord. La chiarezza in politica, sottolineano le segreterie nazionale e provinciale della Lega, è una dote rara ma necessaria per chi vuole porsi nei confronti dei cittadini con onestà e spirito di servizio. Per questo il Carroccio invita tutti i candidati alla prossima tornata elettorale a rispettare gli elettori prima di tutto e ribadisce ancora una volta che nessun'altra lista al di là di quella della Lega Nord è rappresentativa del Carroccio.

PROFUGHI A CORTEMAGGIORE, GLI ASSESSORI LEGHISTI SI OPPONGONO: “PRONTI A PRESIDIARE IL CONVENTO”

LA PREFETTURA PREME PER OSPITARE I MIGRANTI NELLA STRUTTURA DEI FRANCESCANI. RANCAN E MERLI: "SCELTA DISSENNATA, CI SONO QUADRI E OPERE D'ARTE". PISANI: "LA GENTE NON NE PUÒ  PIÙ. COSì ANDIAMO VERSO LA RIVOLTA FISCALE"

 CORTEMAGGIORE - "I profughi se li tenga la prefettura". Gli assessori leghisti in giunta a Cortemaggiore, Matteo Rancan e Luigi Merli, fanno scudo alle richieste della prefettura di ospitare al convento francescano parte dei 40 profughi arrivati in settimana a Piacenza, dopo gli sbarchi in Sicilia.

 "E' una scelta dissennata, che non sta né in cielo né in terra - protestano Rancan e Merli -. Parliamo di un convento del '400, con chiostri e opere d'arte, un'opera da valorizzare e da mostrare ai turisti, non certo da utilizzare come albergo per i profughi. A Cortemaggiore, tra l'altro, la pressione degli stranieri - anche sul welfare locale - è già piuttosto elevata, nuovi arrivi non sarebbero sostenibili". Per questo gli assessori del Carroccio si dicono pronti "ad alzare le barricate, presidiando la struttura, se sarà necessario".

 "La gente non ne può più. I nostri anziani sono allo stremo, ridotti a cercare cibo nei cassonetti, come ho visto personalmente giovedì sera alla Besurica. E questi governanti si permettono di sprecare i nostri soldi", aggiunte il segretario provinciale della Lega Nord, Pietro Pisani.

 Per Pisani l'ennesima ondata di accoglienza ai migranti "è un affronto agli italiani che non hanno casa o vivono con una pensione da fame". "Non accettiamo di dare continua ospitalità a chi vive allo spalle dei contribuenti, 'spremuti' fino al limite per alimentare solo sprechi e assistenzialismo sfrenato". "Siamo al limite della sopportazione, le dissennate scelte delle istituzioni, ad ogni livello, ci stanno portando a un passo dalla rivolta fiscale".

 

 

“ASILI NIDO GRATUITI”, LA LEGA DI PIACENZA RILANCIA LA PROPOSTA. CAVALLI: "ERRANI SOSTENGA L’INIZIATIVA”

LE COPERTURE CON TASSE A GIOCO D'AZZARDO, BANCHE E IMMIGRATI. PISANI: "SFIDIAMO IL GOVERNO". E MALOBERTI SPRONA TRESPIDI: "DOPO I 2MLD PROMESSI DA RENZI SERVE DOSSIER PER INTERVENTI SULL'EDILIZIA SCOLASTICA"

gazebo festa della donna


PIACENZA - "Asili nido gratuiti con tasse a gioco d'azzardo, banche e money transfer". E' la proposta che la Lega Nord ha rilanciato questa mattina dal gazebo dei giardini Margherita e che presto approderà all'attenzione del governatore emiliano romagnolo Vasco Errani, a cui il consigliere regionale Stefano Cavalli chiederà di sostenerne i contenuti.

"Sfidiamo l'esecutivo su un'iniziativa di buon senso", ha detto il segretario provinciale Pietro Pisani. "La Lega ha indicato proposta e coperture: aumento della tassazione sul gioco d'azzardo, aumento dell'Imu sugli immobili di banche e assicurazioni, imposta sui soldi che gli immigrati inviano all'estero. Renzi, a questo punto, non ha alibi, deve scegliere se stare con i poteri forti o con le madri, a favore della famiglia".

Un impegno che il consigliere Cavalli chiederà di sostenere anche al presidente della Regione, Errani: "L'Emilia Romagna è leader in Italia per copertura del servizio asili nido, in linea con i parametri europei. Sarebbe quindi significativo che - pur da diverse posizioni politiche - si sostenesse questa iniziativa. Troppe volte le donne sono costrette a sceglie tra lavoro e figli a causa degli alti costi degli asili".

Intanto il consigliere provinciale Giampaolo Maloberti sprona il presidente della Provincia Trespidi a "presentare progetti di intervento sugli edifici scolastici piacentini". "Dopo l'annuncio dei 2miliardi da parte di Renzi, c'è bisogno di una mappa dei lavori: vedremo se il governo manterrà fede ai patti". Al gazebo, questa mattina, anche Luca Zandonella, coordinatore dei giovani del Carroccio e Angelo Boledi, commissario della sezione cittadina.

BOMBA A MODENA, LEGA PIACENTINA IN PIAZZA. PISANI: “LA VIOLENZA NON CI FERMERÀ”

Leghisti piacentini a Modena

In piazza contro la violenza. Anche un centinaio di piacentini hanno partecipato questa sera alla fiaccolata di Modena, promossa dal leader Matteo Salvini dopo che, giovedì sera, è stato trovato un ordigno davanti alla sede del Carroccio modenese, in via Caduti in guerra. Stando alle ricostruzioni, la miccia è stata accesa e solo l'umidità ha impedito che i tre candelotti esplodessero. All'interno della sede alcuni militanti stavano partecipando ai consueti incontri del giovedì, i "Giovedì padani". Sono miracolosamente scampati a un possibile innesco dell'ordigno.

A tutti il Carroccio piacentino ha portato oggi la propria vicinanza e la propria solidarietà, sfilando in corteo tra centinaia di militanti, simpatizzanti, ma anche cittadini che - senza bandiera politica - hanno voluto dire 'no' alla violenza. Salvini ha intitolato la manifestazione: "Le bombe non ci fermano".

"La violenza arriva dove non arrivano gli argomenti - commenta il segretario provinciale del Carroccio piacentino, Pietro Pisani -. Fatti come quello di Modena sono attacchi vili che rafforzano ancora di più la nostra determinazione a proseguire le nostre battaglie. Le idee della Lega si stanno radicando sempre più. Evidentemente qualche nostro detrattore, non avendo argomenti, ha pensato di contrastarci con le bombe. Ma non ci fanno paura. Siamo più motivati che mai. Quella di oggi è la dimostrazione che il popolo padano è unito e compatto, e che non si fa intimidire, ma è arrabbiato e determinato".  

LEGA NORD: "RONDE IN MOLTI PAESI DELLA PROVINCIA, OTTIME INIZIATIVE"

La segreteria provinciale leghista: "Cittadini sentinelle del territorio, noi da sempre favorevoli"

Arriva con una nota della segreteria provinciale il commento alle ronde nate in diversi comuni del piacentino: "Apprendiamo con soddisfazione la nascita di numerosi comitati di cittadini che si impegneranno nella sorveglianza attiva dei rispettivi paesi. Da sempre la Lega Nord appoggia questa tipologia di iniziative e ricordiamo come le ronde o "passeggiate per la sicurezza" siano state organizzate dal gruppo dei Giovani Padani nel corso degli anni passati, anche durante il 2013. I cittadini, "armati" di cellulari e torce, sono le migliori sentinelle del territorio e una loro costante presenza non potrà che migliorare la sicurezza. In un periodo di boom di furti e delinquenza c'è bisogno dell'aiuto di tutti e quindi appoggiamo in pieno iniziative di questo tipo. A Pianello, Lusurasco e Caorso, dove i comitati sono già attivi, i delinquenti avranno vita più difficile e ciò non può che essere un fatto positivo. Questo dimostra anche che chi definiva le ronde leghiste "pagliacciate" vive in una realtà tutta sua e lontana dai cittadini comuni, i quali, abbandonati da uno stato che non è capace di punire i delinquenti a dovere (vedi ultimo decreto Svuotacarceri), devono arrangiarsi a modo loro. E noi siamo con loro, pronti a difendere anche il più piccolo dei paesi.